Nuova posizione lavorativa

RICERCA PERSONALE PER NUOVA POSIZIONE

La nostra Società è alla ricerca di un collaboratore – anche neolaureato – per apertura di una nuova posizione lavorativa per attività di consulenza e progettazione in materia ambientale e sicurezza nei luoghi di lavoro.

L’attività lavorativa si inserirà in un team di lavoro già avviato e con molta esperienza e si svolgerà sia presso la sede aziendale, a Prato, che presso le strutture di aziende clienti.  Saranno valutati profili di ingegneria meccanica / ambiente e territorio.

Di seguito i requisiti minimi richiesti:

  • laurea magistrale
  • disegno tecnico (autacad LT)
  • residenza entro le vicinanze dell’area di lavoro (provincia di Prato)

 

Inquadramento e retribuzione saranno definiti in sede di colloquio.

Risultano preferibili soggetti che dispongono di conoscenza nei seguenti ambiti:

  • tematiche correlate a Dlgs 81/08 e Dlgs  152/06
  • progettazione impianti elettrici e meccanici

La selezione si concluderà entro il 28/07/17 per inserimento già da settembre 2017.

Siete pregati di compilare inviare una mail con il curriculum a info@marconcinisrl.com

 

Concessioni di acque pubbliche

Concessioni di acque pubbliche

Il regime regolatorio e procedurale connesso all’ottenimento di concessioni di acque pubbliche, siano queste superficiali o profonde, ha visto con l’abolizione delle Province un notevole cambiamento in termini procedurali. Infatti con la LR 22 del 03/03/2015 e tramite Delibera n. 1341 del 29/12/2015 sono state individuati gli indirizzi operativi per le funzioni amministrative Regionali in materia di difesa del suolo. La Regione Toscana ha riacquisito le competenze, precedentemente demandate ad enti terzi  in materia di  rilascio delle autorizzazioni per le tematiche di Difesa del Suolo.

P1020663

Il quadro normativo  di riferimento è costituito dalle norme:

  • RD 11 dicembre 1933 n. 1775 (testo unico delle disposizioni di legge su acque e impianti elettrici)
  • Dlgs. 152/06
  • DPGR 21/04/15 n. 50/R2015 (disposizione per la riduzione dei consumi di acqua prelevata ad uso diverso dal potabile)
  • DPGR 21/04/15 n. 51/R/2015 (Disciplina degli obblighi inerenti la misurazione delle portate e dei volumi dei prelievi e delle restituzioni di acqua pubblica)

Nello specifico attraverso l’applicazione dei due DPGR sono stati regolamentati i procedimenti che riguardano l’ottenimento dei diritti sulle acque pubbliche (siano queste superficiali oppure sotterranee), uniformando per tutto il territorio della Regione Toscana  l’iter procedurale necessario all’ottenimento di concessioni su acque pubbliche. Sono stati inoltre definiti gli utilizzi previsti per le acque pubbliche uniformi per tutto il territorio regionale uniformando così le utenze apparenti ad aree diverse.

In particolare le attività svolte dalla Marconcini s.r.l., grazie all’ausilio di specifiche misure professionali,  in merito alle concessioni di acque pubbliche riguardano:

  • assistenza per rilascio, rinnovo e modifica della concessione di acque pubbliche
  • comunicazione di rinuncia ad una concessione di acque pubbliche esistente
  • modifica della titolarità di una concessione di acque pubbliche
  • assistenza per il rilascio di concessione preferenziale
  • assistenza per rilascio di licenze annuali di attingimento
  • assistenza per ottenimento autorizzazione di derivazione di acque sotterranee a scopo domestico

Per ulteriori informazioni compilate il form di seguito riportato

Campagna Analitica DETOX

Attraverso l’approvazione del DETOX Commitment di Greenpeace a seguito delle campagne “panni sporchi“, il distretto tessile pratese si troverà a fronteggiare una nuova sfida sul campo della sostenibilità ambientale: eliminare il rilascio di sostanze chimiche potenzialmente nocive e un impiego più responsabile dei prodotti chimici impiegati per le lavorazioni: da ciò deriva l’importanza di prevedere una mirata campagna analitica Detox sia sui prodotti chimici impiegati che sulle fibre tessili lavorate. Alla base del commitment si trova il principio di precauzione, ovvero la volontà di eliminare dai cicli produttivi sostanze potenzialmente nocive che difficilmente possono essere neutralizzate, in tempi ragionevoli, dall’ambiente.

img-detox
Detox Commitment Greenpeace

Allo stato attuale, infatti, molti dei maggiori brand del mondo della moda richiedono ai propri fornitori di rispettare le indicazioni previste nel Detox Commitment al fine di garantire ai consumatori finali prodotti che siano sostenibili dal punto di vista ambientale.

Le aziende manifatturiere, con la sottoscrizione del commitment, si impegnano a rispettare la lista delle sostanze soggette ad restrizioni di utilizzo (denominate MRSL – Manifacturing Restricted Substances List) che, inizialmente, prevederà l’inclusione nel database di 11 gruppi di sostanze chimiche di seguito elencate:

  • Alchilfenoli (AP/APEOs)
  • Ftalati
  • Ritardanti di fiamma bromurati
  • Ammine associate a coloranti azoici
  • Composti Organostannici
  • Polifluorocarburi (PFCs)
  • Cloro-benzene e cloro-toluene
  • Solventi Clorurati
  • Cloro fenoli
  • Paraffine a catena corta clorurate
  • Metalli Pesanti

L’aggiornamento di tale lista avverrà con cadenza annuale e dovrà prevedere comunicazioni attive all’interno della filiera produttiva con lo scopo di rendere partecipi i vari attori che prendono parte al processo produttivo. Di queste almeno 8 famiglie di sotanze chimiche dovrebbero essere già elminate al momento della sottoscrizione del protocollo Detox Commitment con particolare riferimento sia ai prodotti APEO e solventi clorurati.

Dal momento che i risultati delle determinazioni saranno pubblicati dai brand sul portale IPE Detox, risulta di fondamentale importanza per aziende che operano nel settore della nobilitazione tessuti verificare potenziali contaminazioni originate dall’impiego di sostanze chimiche pericolose possano essere individuate sia sui prodotti delle lavorazioni ma anche sulle matrici ambientali coinvolte con il ciclo produttivo.

A tale scopo l’attività analitica svolta dalla Marconcini S.r.l. Si rivolge sia:

  • individuazione di contaminanti nelle matrici ambientali tramite effettuazione di test su acque input che acque di scarico
  • individuazione di contaminanti sui prodotti delle lavorazioni tessili

Analisi Acque

Le determinazioni analitiche effettuate dal laboratorio analitico della Marconcini s.r.l. riguardano le seguenti matrici ambientali:

  • analisi acque  reflue da attività produttive (industriali)
  • analisi acque emunte da pozzi
  • analisi acque destinate al consumo umano

analisi acque

Tali determinazioni analitiche hanno lo scopo di verificare la rispondenza dei valori limite imposti dalle specifiche normative di settore.

Il laboratorio analitico della Marconcini S.r.l. risulta dotato di certificazione di qualità ai sensi della norma UNI EN ISO 17025:2005 e rilasciata da ente di certificazione ACCREDIA con il numero 0807.

Tale certificazione oltre ad essere specifica per particolari prove del catalogo, è inerente la gestione interna dei campioni attraverso procedure di qualità in grado di tracciare le attività eseguite sui singoli analiti.

Le determinazioni analitiche acque di scarico sono eseguite mediante utilizzo, dove possibile, di specifiche norme tecniche (UNI, EN, ISO) specifiche per i parametri da ricercare ovvero indicate espressamente nell’autorizzazione rilasciata dall’ente preposto.

Le attività proposte dalla Marconcini S.r.l. riguardano l’effettuazione del procedure di campionamento, la successiva attività analitica in laboratorio e l’emissione dei rapporti di prova.

 

Determinazioni Analitiche Acque Scarico

Determinazioni analitiche acque di scarico originate da attività produttive

La normativa di riferimento che disciplina gli scarichi idrici è il Testo Unico Ambientale, Dlgs 152/06 e smi. In relazione al ciclo produttivo effettuato dall’attività, qualora gli scarichi idrici contengano sostanze pericolose ai sensi della Tabella 5 dell’Allegato 5 parte terza del Dlgs 152/06 e s.m.i., l’autorità competente prescrive, a carico del titolare dello scarico, valori limite di emissione e l’effettuazione di determinazioni analitiche acque di scarico volte alla ricerca di tali sostanze così da verificarne il rispetto.

DSC_3573

La mancata osservanza delle prescrizioni contenute nell’autorizzazione allo scarico comporta la diffida al proseguimento della attività che origina lo scarico, la revoce dell’autorizzazione in possesso nonché l’emanazione di sanzioni sia amministrative che penali a carico del titolare dell’autorizzazione.

Le attività svolte dalla Marconcini s.r.l. riguardano l’assistenza tecnica per:

  • assistenza per ottenimento dell’Autorizzazione Unica Ambientale (AUA).
  • assistenza per effettuazione di campionamenti e determinazioni analitiche  acque di scarico (acque reflue).

L’attività analitica si svolge tramite l’effettuazione di campionamenti delle acque reflue su periodi tempo rappresentativi del ciclo produttivo svolto, le successive determinazioni analitiche dei parametri chimici prescritti all’interno dell’atto autorizzativo e la redazione di rapporto di prova (RDP) a firma di tecnico competente.

Il laboratorio analitico della Marconcini S.r.l. risulta dotato di certificazione di qualità ai sensi della norma UNI EN ISO 17025:2005 e rilasciata da ente di certificazione ACCREDIA con il numero 0807.

Tale certificazione oltre ad essere specifica per particolari prove del catalogo, è inerente la gestione interna dei campioni attraverso procedure di qualità in grado di tracciare le procedure eseguite sui singoli analiti.

Le determinazioni analitiche acque di scarico sono eseguite mediante utilizzo, dove possibile, di specifiche norme tecniche (UNI, EN, ISO) specifiche per i parametri da ricercare ovvero indicate espressamente nell’autorizzazione rilasciata dall’ente preposto

 

Se vuole essere contattato compili il seguente form.

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Implementazione sistema di consultazione dei Rapporti di Prova On-Line (R.D.P.)

CONSULTAZIONE DEI RAPPORTI DI PROVA ON-LINE (R.D.P.)

Al fine di garantire un servizio sempre più integrato ed efficiente e con lo scopo di essere più vicini ai nostri clienti, a partire dal 20/01/16 la Marconcini S.r.l. ha implementato un sistema di consultazione dei rapporti di prova On-Line.

Tale sistema  si integra con l’attuale sistema di gestione interno al laboratorio (LIMS) e permette, una volta terminata la determinazione analitica oggetto, di poter immediatamente scaricare e visionare il RDP. In questo modo cerchiamo di incontrare le sempre più mutate esigenze delle aziende clienti che necessitano, in tempi brevi, di ottenere risposte per le determinazioni analitiche effettuate.

Attivare il servizio di consultazione on-line dei rapporti di prova è semplice e gratuito: è infatti necessario farne richiesta e saranno inviate le credenziali di accesso al servizio.  Inoltre vogliamo precisare che i rapporti di prova sono custoditi direttamente dal sistema informatico della Marconcini s.r.l..

I rapporti di prova on-line saranno disponibili per tutte le matrici sulle quali verranno condotte determinazioni analitiche da parte del laboratorio analitico della Marconcini S.r.l..

La consultazione on-line dei rapporti di prova sarà raggiungibile a partire dall’home page della Marconcini s.r.l., andando ad inserire le credenziali di accesso nell’area denominata Campioni di Laboratorio.

 

Rapporti di prova On line
Rapporti di prova On line

 

Determinazioni analitiche Alchilfenoli (APs e APEOs)

Determinazione Alchilfenoli

Al fine di soddisfare le richieste sempre più pressanti da parte di brand di moda circa la conformità a capitolati di fornitura volontaria, il laboratorio analitico della MARCONCINI S.R.L.,  si propone l’effettuazione di determinazioni analitiche finalizzate alla ricerca di specifici contaminanti presenti nei capitolati di fornitura. Tra queste risulterà fondamentale l’effettuazione di determinazione analitiche finalizzate alla ricerca di alchilfenoli.

Alchilfenoli

Gli alchilfenoli più diffusi sono quelli di origine sintetica: nonilfenoli polietossilati e ottilfenoli polietossilati, vengono utilizzati come agenti tensioattivi all’interno di prodotti sia industriali ma anche in prodotti di consumo.

Da un punto di vista ambientale tali famiglie di composti presentano una elevata pericolosità ambientale avendo caratteristiche di bioacculabilità, persistenza e tossicità: sono infatti distruttori endocrini in grado di interferire con numerose funzioni endocrine ed in particolare con gli steroidi sessuali e la tiroide inibendo la sintesi e il trasporto degli ormoni.

Sono presenti  all’interno di tensioattivi nei comparti industriali:

  • industria tessile
  • industria conciaria
  • industria cartaria
  • industria chimica
  • industria farmaceutica

 

Al fine di poter escluderne la presenza di alchilfenoli e poter sottoscrivere i capitolati volontari proposti dalle aziende clienti, proponiamo la determinazione analitica per la ricerca di alchilfenoli nella matrice acquosa in ingresso e in uscita allo stabilimento dell’attività produttiva. In questo modo sarà possibile monitorare la presenza di tali inquinanti al fine di associarli a particolari lavorazioni e / o a materiali trattati o a particolari composti chimici impiegati.

La nostra struttura analitica è a disposizione per effettuare le determinazioni dei composti appartenenti alla famiglia di alchilfenoli.

Analisi Acque Condominiali – Obblighi per gli amministratori

Le acque di tipo condominiale sono soggette ad obblighi analitici in capo all’amministratore del condominio: il rispetto dei valori limite imposti dalla normativa DLgs. 31/2001 e Dlgs. 27/2002 sono da verificare ai punti di consegna della risorsa idrica ovvero dove la risorsa viene impiegata per il consumo umano.

La normativa definisce le acque destinate al consumo umano (ovvero acque di tipo condominiale)  come quelle impiegate sia ad uso potabile, per la preparazione di cibi o bevande o altri utilizzi domestici, siano esse fornite tramite rete di distribuzione o mediante cisterne.

La tipologia di tali determinazioni per le acque di tipo condominiale sarà da contestualizzare nell’ambito della rete interna al condominio in relazione ai layout degli impianti. Le determinazioni analitiche di acque di tipo condominiale riguardano parametri sia chimici che microbiologici, al fine di verificare la qualità della risorsa destinata al consumo umano. Tali parametri devono poter essere rispettati sia al punto di consegna (ingresso nel complesso residenziale) che nel punto in cui l’acqua di tipo condominiale esce dal rubinetto.

Il mancato rispetto dei valori limite imposti determina l’erogazione di sanzioni in capo all’amministratore condominiale in qualità di responsabile della gestione dell’edificio o della struttura comprese tra 5.000 e 30.000 €.

Siamo a disposizione per eventuali richieste di chiarimento.

DSC_3570

 

 

 

Formazione in E-Learning – Portale Marconcini s.r.l.

Al fine di garantire un servizio sempre più integrato e rispondere a quelle che sono le esigenze dei clienti, la Marconcini S.r.l. ha attivato un portale di e-learning per la formazione dei lavoratori sui temi inerenti la sicurezza e igiene sui luoghi di lavoro, come previsto dal Dlgs.81/08.

In particolare ricordiamo che:

  • la formazione dei nuovi assunti deve essere svolta preventivamente o comunque entro 60 giorni dall’inizio dell’attività lavorativa;
  • entro 11/01/2017 deve essere effettuato l’aggiornamento di 6 ore a tutti i lavoratori ai quali è stata riconosciuta una formazione pregressa all’Accordo valida (deve esserci evidenza documentale)
  • i datori di lavoro che svolgono direttamente i compiti del servizio di prevenzione e protezione dai rischi, in possesso di corso di formazione ai sensi del D.M. 16/01/1997, dovranno completare l’aggiornamento della formazione entro gennaio 2017.
  • un RSPP che non ha maturato tutte le ore di aggiornamento obbligatorie nei tempi previsti è da ritenersi temporaneamente (cioè fino al conseguimento dei crediti mancanti) non abilitato.

In alternativa alla docenza frontale in aula, i corsi di formazione potranno essere erogati secondo  due diverse modalità, al fine di incontrare le esigenze dei soggetti clienti, ovvero attraverso:

  • piattaforma di e-learning
  • erogazione di corsi mediante aula virtuale

In particolare tutti gli aggiornamenti dei corsi principali in materia di sicurezza per le figure di RSPP, lavoratori, dirigenti e preposti, potranno essere erogati in modalità e-learning.

Per conoscere l’elenco dei corsi di formazione in erogazione e per richiedere specifiche quotazioni economiche fate riferimento al seguente link

Group study

 

 

 

Sicurezza sul lavoro – vendita macchinari

SICUREZZA SUL LAVORO: VENDITA DI MACCHINARI

Ricordiamo che, ai sensi all’art. 23 del D.Lgs. 81/08  (norme in materia di sicurezza sul lavoro)  (ex art. 6 del D.Lgs. 626/94), è vietata la vendita di attrezzature non conformi alle disposizioni legislative e regolamentari vigenti in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

In particolare, acquistando un nuovo macchinario, la documentazione obbligatoria ai fini della sicurezza, che deve essere consegnata all’atto di vendita e conservata in azienda, risulta: 

  • la dichiarazione di conformità CE dei macchinari;

  • il manuale d’uso e manutenzione dei macchinari;

sicurezza sul lavoro
sicurezza sul lavoro: vendita di macchinari

Qualora invece si acquistino macchinari tessili costruiti prima dell’entrata in vigore della Direttiva Macchine (21 Settembre 1996), le documentazioni sopra riportate non sono pertinenti (al limite può essere presente un manuale d’uso): deve comunque essere corredata da una attestazione di conformità (rilasciata dal venditore) alla normativa di sicurezza previgente la direttiva macchine e ai requisiti di sicurezza stabiliti dall’Allegato V del D.Lgs. 81/08.

Si precisa che se la macchina ha subito variazioni significative risulta obbligatoria una nuova certificazione CE.

Per ulteriori chiarimenti siamo a vostra disposizione.

Marconcini S.r.l.

Via C.Marx 138 – 59100 – Prato

info@marconcinisrl.com

Tel. 0574.41450