Campagna Analitica DETOX

Attraverso l’approvazione del DETOX Commitment di Greenpeace a seguito delle campagne “panni sporchi“, il distretto tessile pratese si troverà a fronteggiare una nuova sfida sul campo della sostenibilità ambientale: eliminare il rilascio di sostanze chimiche potenzialmente nocive e un impiego più responsabile dei prodotti chimici impiegati per le lavorazioni: da ciò deriva l’importanza di prevedere una mirata campagna analitica Detox sia sui prodotti chimici impiegati che sulle fibre tessili lavorate. Alla base del commitment si trova il principio di precauzione, ovvero la volontà di eliminare dai cicli produttivi sostanze potenzialmente nocive che difficilmente possono essere neutralizzate, in tempi ragionevoli, dall’ambiente.

img-detox
Detox Commitment Greenpeace

Allo stato attuale, infatti, molti dei maggiori brand del mondo della moda richiedono ai propri fornitori di rispettare le indicazioni previste nel Detox Commitment al fine di garantire ai consumatori finali prodotti che siano sostenibili dal punto di vista ambientale.

Le aziende manifatturiere, con la sottoscrizione del commitment, si impegnano a rispettare la lista delle sostanze soggette ad restrizioni di utilizzo (denominate MRSL – Manifacturing Restricted Substances List) che, inizialmente, prevederà l’inclusione nel database di 11 gruppi di sostanze chimiche di seguito elencate:

  • Alchilfenoli (AP/APEOs)
  • Ftalati
  • Ritardanti di fiamma bromurati
  • Ammine associate a coloranti azoici
  • Composti Organostannici
  • Polifluorocarburi (PFCs)
  • Cloro-benzene e cloro-toluene
  • Solventi Clorurati
  • Cloro fenoli
  • Paraffine a catena corta clorurate
  • Metalli Pesanti

L’aggiornamento di tale lista avverrà con cadenza annuale e dovrà prevedere comunicazioni attive all’interno della filiera produttiva con lo scopo di rendere partecipi i vari attori che prendono parte al processo produttivo. Di queste almeno 8 famiglie di sotanze chimiche dovrebbero essere già elminate al momento della sottoscrizione del protocollo Detox Commitment con particolare riferimento sia ai prodotti APEO e solventi clorurati.

Dal momento che i risultati delle determinazioni saranno pubblicati dai brand sul portale IPE Detox, risulta di fondamentale importanza per aziende che operano nel settore della nobilitazione tessuti verificare potenziali contaminazioni originate dall’impiego di sostanze chimiche pericolose possano essere individuate sia sui prodotti delle lavorazioni ma anche sulle matrici ambientali coinvolte con il ciclo produttivo.

A tale scopo l’attività analitica svolta dalla Marconcini S.r.l. Si rivolge sia:

  • individuazione di contaminanti nelle matrici ambientali tramite effettuazione di test su acque input che acque di scarico
  • individuazione di contaminanti sui prodotti delle lavorazioni tessili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *